Gianni Rodari: 100 anni e non sentirli.

gianni rodari

Gianni Rodari. Ricorrono oggi i 100 anni dalla nascita del maestro più amato d’Italia e conosciuto in tutto il mondo.

Gianni Rodari nacque a Omegna nel 1920. Dopo aver conseguito il diploma magistrale, per alcuni anni, fu insegnante.

Al termine della Seconda guerra mondiale, intraprese la carriera giornalistica.

Collaborò, infatti, con numerosi periodici, tra cui «L’Unità», il «Pioniere», «Paese Sera». Risalgono, poi, agli anni Cinquanta le sue pubblicazioni per l’infanzia, che gli fecero guadagnare un enorme successo di pubblico e di critica.

Un secolo dalla nascita di Gianni Rodari: i 100 anni di uno scrittore  vivissimo – Progetto Ipazia

I suoi libri, infatti, sono stati tradotti in tutto il mondo e hanno meritato diversi riconoscimenti, fra cui, nel 1970, il prestigioso premio «Hans Christian Andersen», il «Nobel» della letteratura per l’infanzia.

Le sue opere più famose.

Negli anni Sessanta e Settanta Gianni Rodari è stato protagonista nel mondo educativo e della scuola. In quegli anni, infatti, in cui partecipò a moltissime conferenze in scuole e biblioteche, scrisse la Grammatica della fantasia, nata da una raccolta di appunti e riflessioni, che è ancora oggi un’opera imprescindibile per quanti si occupano di educazione alla lettura e di letteratura per l’infanzia. Gianni Rodari morì a Roma nel 1980.

Tra le sue opere più famose ricordiamo: Le avventure di CipollinoGelsomino nel paese dei bugiardiFilastrocche in cielo e in terraFavole al telefonoIl libro degli erroriC’era due volte il barone Lamberto e, quello che è il suo capolavoro, La freccia azzurra.

La poetica di Gianni Rodari.

Gianni Rodari, attraverso i suoi libri, quelli scritti dichiaratamente per i bambini, ma anche quelli scritti per gli adulti, ci lascia una poetica rivoluzionaria e moderna, che lo ha reso famoso e molto amato in tutto il mondo, ma soprattutto, lo rende attuale ancora oggi che ha compiuto cento anni!

Il suo merito è stato, senza dubbio, quello ribaltare un sistema pedagocico che, al tempo, era finalizzato soprattutto a “correggere”, “inquadrare”, “costringere” il bambino/alunno. Un sistema, questo, che lasciava al bambino davvero poco spazio per l’espressione creativa e l’immaginazione.

L’errore per Gianni Rodari.

L’errore è, nel bambino, una straordinaria opportunità di crescita e diviene anche un curioso volano per esplorare il mondo, semplicemente cavalcando fantasia ed immaginazione.

Una volta un accento
per distrazione cascò
sulla città di Como
mutandola in comò.

Figuratevi i cittadini
Comaschi, poveretti:
detto e fatto si trovarono
rinchiusi nei cassetti.

Per fortuna uno scolaro
rilesse il componimento
e liberò i prigionieri
cancellando l’accento.

Ora ai giardini pubblici
han dedicato un busto
“A colui che sa mettere
gli accenti al posto giusto.”

Como nel comò, da Filastrocche in cielo e in terra, G. Rodari.

Fantasia ed immaginazione, per il Maestro, sono un prezioso corredo di ogni bambino e vanno coltivate, mai forviate o tarpate.

L’immaginazione è la capacità di vedere ciò che ancora non esiste.

In proposito, è molto interessante ciò che scrive nella prefazione, all’edizione del 1954 di Einaudi, alle Fiabe Hans Christian Andersen:

“Le fiabe servono soprattutto alla formazione della mente: di una mente aperta in tutte le direzioni possibili.

Toccano nel bambino la molla dell’immaginazione, una molla essenziale alla formazione di un uomo completo. Le fiabe non servono ad allevare esecutori diligenti e limitati […]

L’uomo deve saper immaginare un mondo diverso e migliore, vivere per realizzarlo [..]”

…e per vedere l’invisibile, ciò che ancora non esiste dinanzi ai nostri occhi, bisogna immaginarlo.

Auguri, Maestro

Per sapere tutto su Gianni Rodari, visita il sito a lui dedicato

Leggi tutti i miei consigli di lettura per bambini e ragazzi

Related Posts

Little Free Library - Marianna De Stefano

  • +39 339 8345719
  • info@littlefreelibrary.it
  • via Aliperti n. 70 - 80039 Saviano (Na)
This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.