Il gatto, di Charles Baudelaire. La poesia dell’amore per i felini.

Il gatto di Baudelaire

Il gatto, di Charles Baudelaire . Una bellissima poesia dell’autore de Les Fleurs du Mal, per scoprire il grande amore che nutriva verso questi straordinari animali.

Il gatto, di Charles Baudelaire

Vieni bel gatto, vieni sul mio cuore amoroso;
trattieni i tuoi artigli
ch’io mi sprofondi dentro i tuoi begli occhi d’agata e metallo.

Quando a piacimento le mie dita a lungo
ti carezzan la testa e il dorso elastico,
e gode la mia mano ebbra al toccare il tuo corpo elettrico,
vedo in spirito la mia donna:
profondo e freddo come il tuo, il suo sguardo, bestia amabile,
penetra tagliente come fosse una freccia,
e dai piedi alla testa
una sottile aria, rischioso effluvio,
tutt’intorno gira al suo corpo bruno.

Vale la pena di leggerla anche in lingua originale, per poterne apprezzare tutte le sonorità che, purtroppo, anche nella migliore delle traduzioni, vanno inevitabilmente perse.

LE CHAT

Viens, mon beau chat, sur mon coeur amoureux;
Retiens les griffes de ta patte,
Et laisse-moi plonger dans tes beaux yeux,
Melés de métal et d’agate.

Lorsque mes doigts caressent à loisir
Ta tête et ton dons élastique,
Et  que ma main s’enivre du olaisir
De palper ton corps électrique,

Je vois ma femme en esprit. Son regard,
Comme le tien, aimable bete,
Profond et froid, coupe et fend comme un dard,

Et, des pieds jusques à la tête,
Un air subtil, un dangereux parfum
Nagent autour de son corps brun.

Qualche curiosità.

Charles Baudelaire scrisse tre poesie sui gatti. Ciò accadde in un momento della sua vita ben preciso, e cioè, all’indomani della censura e del sequestro dell’opera che lo avrebbe reso immortale, ovvero Les Fleurs du Mal.

Il 25 giugno del 1857, l’opera fu pubblicata e  messa in vendita, ma dopo pochi giorni fu sequestrata per oscenità. L’autore, infatti, insieme con i suoi editori subirono un processo penale e una condanna per oltraggio alla morale pubblica, oltre al pagamento di una pena pecuniaria.

L’opera, inoltre, venne censurata e ben sei poesie vennero soppresse.
In un momento di profondo sconforto e abbandono spirituale, probabilmente proprio dovuto a questa vicenda, Charles Baudelaire scrisse tre poesie dedicate ai gatti, tra cui quella proposta.

Di chi è il “corpo bruno” dell’ultimo verso.

La poesia Le chat ci parla non soltanto dell’ammirazione che il “poeta maledetto” aveva per i felini, ma anche di un’attrazione profonda verso la bellezza magnetica e pericolosa della “sua donna”, per la sua sensualità così implicita, che rivede nelle fattezze del felino.

Baudelaire, infatti, si legò ad un’attrice di nome Jeanne Duval, nativa di Haiti, dalla pelle olivastra, che giunse in Francia da ragazza.

Con lei ebbe una relazione, durata quasi vent’anni, molto travagliata, in cui momenti di unione si alternarono a momenti di lunghe separazioni.

Jeanne Duval fu una vera e propria musa per Baudelaire, alla quale dedicò ben diciotto liriche, e amò, in maniera molto sensuale e viscerale.

In quel “corpo bruno” dell’ultimo verso della lirica Le chat, perciò, non è improbabile rintracciarvi un riferimento proprio al corpo sinuoso e magnetico, decantato anche in altri versi di altrettante poesie, della Duval.

Charles Baudelaire nacque a Parigi 1821, dove morì nel 1867. Pur fra interpretazioni diverse o opposte, è ritenuto l’iniziatore di un nuovo corso poetico, e la sua opera viene collocata fra le più alte espressioni della poesia di tutti i tempi e paesi. Il suo scritto più famoso è sicuramente il libro di poesie, Fleurs du Mal (1857). La sua grande originalità non fu interamente compresa dai suoi contemporanei, nemmeno dai suoi amici più vicini (Gautier o Sainte-Beuve), ma esercitò subito un’influenza notevolissima sul Parnasse, e poi sulla scuola simbolista; e quindi grande suggestione ebbe su Verlaine, su Mallarmé, su Rimbaud, e su tutta la successiva poesia francese ed europea, fino al surrealismo. Per approfondire leggi Baudelaire, vita, opere e poetica

Leggi tutte le poesie inedite dei nostri autori

Related Posts

Little Free Library - Marianna De Stefano

  • +39 339 8345719
  • info@littlefreelibrary.it
  • via Aliperti n. 70 - 80039 Saviano (Na)
This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.