KATITZI, di Katarina Taikon: l’infinito viaggio del popolo rom.

Un classico della letteratura scandinava.

Il popolo rom in viaggio è raccontato in questo libro.

E’ un libro consigliato per avvicinare i lettori più giovani, attraverso uno stile narrativo agevole ed alla loro portata, a tematiche di grande attualità.

Scritto da Katarina Taikon, scrittrice svedese di origini rom, KATITZI racconta, attraverso lo sguardo innocente di una giovane rom, le ingiustizie ed i pregiudizi di cui, da sempre, questo popolo è vittima, spiegando le ragioni del suo continuo spostarsi, attraverso tanti e diversi paesi, come in un viaggio che, ancora oggi, appare infinito .

IPERBOREA EDIZIONI, la casa editrice specializzata in letteratura del Nord-Europa, ha il merito di aver portato all’attenzione dei lettori italiani, un testo cult nei Paesi scandinavi. Nel maggio 2018, infatti, ha edito il primo, dei tredici racconti scritti su Katitzi dalla Taikon, nell’ambito della meravigliosa collana, ricca di titoli interessanti, destinata ai lettori più giovani: I MINIBOREI .

Un libro per ragazzi, che anche gli adulti potranno apprezzare.

Si tratta di una collana, di evidente pregio,  pensata per i lettori dai 7 ai 12 anni, attraverso la quale l’editore propone romanzi dalla struttura complessa accanto a  libri più snelli. Per citare solo qualche autore dei libri della collana, ricordiamo Ulf Stark, Maria Gripe, Selma Lagerlöf . Lo scopo editoriale risulta quello, evidentemente, di far apprezzare i classici della letteratura scandinava, ai giovani lettori di oggi, attraverso storie di personaggi liberi ed indipendenti, e per questo sempre attuali, che seguono le proprie passioni. Si tratta di una collana, però, apprezzabile anche da parte dei lettori adulti ed attenti, che  amano leggere ad alta voce  per i ragazzi, che mantengono il piacere di accompagnarli nel loro percorso di crescita di lettori, inculcando loro il  piacere per le grandi storie e, naturalmente, l’amore per la lettura.

La collana,infatti, ha ricevuto il prestigioso  Premio Andersen 2019 come «miglior collana di narrativa».

KATARINA TAIKON

Katarina Taikon

La trama.

Il libro, autobiografico, racconta, attraverso il personaggio inventato dalla penna della sua autrice, la piccola Katitzi, la storia della Taikon, che ha provato sulla propria pelle l’emarginazione in cui ora , come allora, vivono quelli che chiamiamo ZINGARI .

Katitzi
K. Taikon

La piccola Katitzi vive in un Istituto per bambini senza famiglia in Svezia. E’ qui che prenderà consapevolezza della propria diversità etnica, improvvisamente, sentendosi chiamare ZINGARA e non senza sofferenze. Un giorno, il padre si presenta a riprenderla con sé ed è così che la giovane conoscerà il mondo dal quale proviene, fatto di meravigliosi vestiti colorati, musica, giostre, canzoni, fratelli e sorelle a cui è molto mancata, ma anche tanto lavoro, pochissime comodità e una vita ai margini, dove è impossibile essere come tutti gli altri bambini svedesi.

Gli interrogativi di Katitzi: “che abbiamo fatto di male?”

La piccola rom non sa dare una spiegazione a tutto quello che viene negato a lei ed alla sua famiglia, sebbene, guardandosi intorno, costituisca la normalità per tutti gli altri che non hanno le sue stesse origini, ma vivono il suo stesso mondo.

Una storia ricca di allegria, vivacità e inventiva che racconta le piccole ingiustizie, l’ignoranza e l’esclusione attraverso gli occhi di un bambino che le vive su di sé .

Perché non possiamo mangiare in una locanda? Non possiamo restare in un posto troppo a lungo, vivere in una casa, andare a scuola ed imparare a leggere e scrivere? Sono queste le domande alle quali Katitzi vorrebbe tanto una spiegazione ma, di fronte a tutti gli ostacoli, che le vengono frapposti ogni nuovo giorno della sua vita rom,  alla “normalità” ,  la bambina riesce solo a porre un nuovo un interrogativo: che abbiamo fatto di male?

32775790_10156428585739207_1289038527274680320_o
foto dal web

In questa domanda è racchiuso tutto il senso delle discriminazioni nei confronti di chi vive in una società alla quale non appartiene per origini , religione o consuetudini e, cioè, NESSUNO. NON C’E’ ALCUN SENSO ALLE  DISCRIMINAZIONI.

Il libro, destinato ai lettori più giovani per scelta della stessa Taikon,  dà voce ad un popolo che vive diversamente dai più e ci aiuta a comprendere le vere ragioni di questa diversità, raccontata da chi è costretto a subirla come un’enorme ingiustizia.

La storia di Katitzi ci fa desiderare un mondo migliore.

La protagonista ci fa sognare, attraverso il suo cuore, un mondo migliore, dove tutti abbiano gli stessi diritti, senza distinzioni di sorta.

Il lettore, adulto o in erba che sia, tuttavia, non pensi che si tratti di una storia triste. Il mondo è , del resto, visto con gli occhi scanzonati di una bambina piena di grinta e determinazione e, dopo ogni nuova delusione, riserva sempre una sorpresa o , mal che vada, l’affetto incondizionato che , a volte, solo presso i consanguinei si può trovare.

Vincitore del Premio Orbil 2019.

Katitzi, di Katarina Taikon, ha vinto il prestigioso Premio Orbil 2019, per la categoria «Narrativa 6-10 anni». Si tratta di un riconoscimento importante che mira a premiare i migliori libri dell’anno per bambini e ragazzi ed è promosso dalle Librerie Indipendenti Per Ragazzi . Questo premio, giunto alla sua ottava edizione, è frutto del lavoro e della competenza degli oltre 60 librai delle 34 librerie aderenti all’ associazione Librerie Indipendenti Per Ragazzi ed è stato conferito in questi giorni nell’ambito della Bologna Children’s Book Fair, evento internazionale dedicato all’editoria per bambini e ragazzi.

Le avventure di Katitzi non sono finite, il secondo volume dei tredici libri scritti dalla Taikon, si intitola Katitzi ed il piccolo Swing.

Per saperne di più, leggi la recensione qui

Se vuoi conoscere altri consigli di lettura per RAGAZZI, ti segnaliamo questi articoli .

Related Posts

Leave A Reply

Little Free Library - Marianna De Stefano

  • +39 339 8345719
  • info@littlefreelibrary.it
  • via Aliperti n. 70 - 80039 Saviano (Na)
This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.