Letture estive per bambini: come orientarsi.

letture estive per bambini

Letture estive per bambini. Quali libri scegliere?

Ecco qualche consiglio per orientarvi nelle letture estive per bambini.

In questo articolo, qualche piccolo suggerimento per mantenere vivo l’interesse per la lettura, da parte dei bambini, anche durante le vacanze estive.

Letture estive per bambini: quali proporre.

Con la chiusura delle scuole, molti genitori, soprattutto di bambini, che hanno iniziato a muovere i primi passi nella lettura autonoma, vorrebbero che essi mantenessero un rapporto quotidiano con i libri, che continuassero a leggere e che, soprattutto nei momenti di relax, preferissero la compagnia di un bel libro a quella di un gioco elettronico.

Ma quali libri proporre ai lettori più giovani? Come utilizzare il tempo libero delle vacanze estive per favorire l’incontro con i libri?

Scopriamo insieme come orientarci nella scelta di un libro, che possa risultare gradito ai nostri bambini e approfittare delle vacanze per favorire la lettura.

1. Letture estive per bambini: spazio ai propri gusti!

Il mio consiglio per mettere in pratica tutti questi buoni propositi è, innanzitutto, lasciare spazio ai gusti personali dei nostri bambini.

Lasciamo che siano loro a guidarci nella scelta delle letture da proporre, soprattutto in questo tempo di vacanza!

Il tempo della scuola, infatti, è un periodo in cui ai bambini si chiede molto impegno per adeguarsi a ritmi, esigenze legate ai programmi, senza contare il fatto che con tutte le restrizioni alle quali la pandemia ci ha costretto quest’anno, lo spazio per la libera espressione è stato davvero molto contenuto.

Ciò vale anche per il rapporto con i libri e la lettura.

Come ho più volte sottolineato però, per leggere, e mantenere un rapporto se non quotidiano, almeno costante, con i libri, è fondamentale che la lettura venga percepita, dal bambino, come un momento piacevole.

Ciò, è evidente, risulterà impossibile se gli si propone di leggere un libro che, per quanto possiamo ritenerlo una proposta validissima, non incontrerà i suoi gusti.

Perciò, assecondare il gusto dei piccoli lettori è il primo fondamentale passo verso la costruzione di un ottimo rapporto con il libro e verso la scelta di una lettura che, sicuramente, potrà apprezzare in questo tempo vacanziero.

2. Creare una piccola nuova routine per la scelta del libro.

Un altro suggerimento, che potrà risultare utile, è quello di dedicare del tempo alla scelta di un libro.

Approfittare, cioè, del tempo libero, per creare una nuova piccola routine legata alla lettura, che generi aspettativa, curiosità nel bambino, come potrebbe essere quella di recarsi insieme, una o due volte a settimana, in libreria per acquistare un libro.

Ma anche in questo caso, sarà necessario che, quel tempo venga percepito in maniera molto positiva e piacevole dal bambino.

Come? Magari scambiando qualche chiacchiera con il libraio o la libraia, lasciando che il bambino spieghi che tipo di libro sta cercando, di quale personaggio, se ne ha uno preferito, o ancora, il tipo di storia che gli piacerebbe leggere.

E, naturalmente, lasciandolo anche libero di aggirarsi tra gli scaffali, per maneggiare, con tutte le opportune cautele, i libri che più attraggono la sua attenzione.

Perciò, niente visite sbrigative in libreria da incastrare tra i mille altri impegni della giornata, né forzarlo se invece preferisce andare al parco a giocare! A quel punto, meglio rimandare il nostro acquisto!

Il tempo per scegliere una nuova storia è un tempo di qualità che un adulto decide di vivere con il bambino.

Perciò, vi consiglio di viverlo come un bel momento di condivisione e partecipata presenza. Stare insieme per leggere un libro, inoltre, apre l’opportunità al dialogo, alla comunicazione, tutte attività propedeutiche alla conoscenza.

3. Il libro: compagno di viaggio inseparabile!

Quando prepariamo le valige per andare in viaggio, invito sempre i miei figli a scegliere un libro da portarsi dietro.

Questo perché, oltre ad essere un valido compagno al quale ricorrere soprattutto nei tempi di attesa e sosta, credo che favorisca una “immersione” completa nella dimensione del viaggio.

Questo vale ancora di più, se il libro scelto dai nostri bambini tratterà tematiche in linea con il tipo di vacanza che li aspetta!

Storie di ambientazioni marine, favoriranno la curiosità, ma anche una visione più consapevole, oppure più fantasiosa, verso i nuovi scenari che li aspettano sulla spiaggia e in riva al mare.

Così come libri, che raccontano di personaggi e ambienti montani, potranno essere di spunto per guardare con occhi diversi la natura che li circonda, per porsi qualche domanda su animali e piante che incontreranno.

Del resto, il viaggio è apprezzare con occhi diversi tutto ciò che ci circonda ed il libro è un incredibile amplificatore di questa esperienza.

“Il viaggio non è cercare nuove terre, ma avere nuovi occhi” 

Marcel Proust

Una buona lettura estiva non potrà che aprire lo sguardo ai nostri bambini.

Perciò, buone vacanze e ottime letture estive!

Qui, qualche titolo:

Scarica gratis la mia guida per supportare i bambini nella lettura autonoma LEGGO DA SOLO

Compila il form e riceverai in breve tempo la mia guida.

leggo da solo

Scarica gratuitamente la mia guida

ISCRIVITI PER RICEVERE LA MIA GUIDA PER ACCOMPAGNARE I BAMBINI NELL'APPRENDIMENTO DELLA LETTURA AUTONOMA

close
leggo da solo

Scarica gratuitamente la mia guida

ISCRIVITI PER RICEVERE LA MIA GUIDA PER ACCOMPAGNARE I BAMBINI NELL'APPRENDIMENTO DELLA LETTURA AUTONOMA

Articoli Correlati