Nebbia, di Marta Palazzesi. Editrice Il Castoro

Nebbia, di Marta Palazzesi, Ed. Il Castoro 2019 è un bellissimo romanzo per ragazzi.

Apprezzo molto i titoli di Editrice Il Castoro, che consiglio di seguire soprattutto per le sue proposte per questa categoria di lettori .

 
 
 
Autore: Marta Palazzesi
154
marzo 2019
13.50
 Da 10 a 13 anni
 
 
L’autrice, Marta Palazzesi, è molto giovane, ma già affermata nel panorama degli scrittori per bambini e ragazzi.
 

Vincitore del Premio Strega Ragazzi e ragazze 2020.

 
Nebbia si è aggiudicato, per l’edizione 2020, il Premio Strega Ragazze e Ragazzi per la categoria + 6, destinata a lettrici e lettori dai 6 ai 10 anni.
 
L’annuncio del premio è avvento nel pomeriggio del 6 maggio e si è svolto on line, a causa dell’emergenza covid. 
 

La storia.

La vicenda di Nebbia,”l’ ultimo lupo vivente del Regno Unito”, si svolge nella Londra dell’epoca Vittoriana, tra le sponde del Tamigi, presso le quali vivono i mudlark, i ragazzi rimasti orfani che per sopravvivere scavano nel fango del fiume per trovare qualche oggetto da rivendere, ed il tendone di un circo, arrivato in città con un’attrazione davvero unica.

Quell’animale così fiero e meraviglioso, costretto in una gabbia, privato della libertà, ma anche della dignità, entrerà nel cuore di Clay,il protagonista della storia, un giovane mudlark rimasto orfano, sin dal primo incontro.

Il ragazzo, infatti, non si darà pace ed affronterà ogni pericolo, per riuscire a salvare il suo “Nebbia”, è questo il nome che sceglie per il lupo, dalle grinfie dei suoi crudeli domatori.

Un libro forte ed autentico.

E’ un libro forte, Nebbia, che  non risparmia ai suoi lettori nulla di ciò che è importante conoscano sul rapporto tra uomo e animali al tempo della storia, conquista il cuore del lettore perché è autentico, reale nelle emozioni che suscita, e assolutamente credibile, convincente perché dotato di una struttura narrativa saldamente ancorata ad elementi storici, evidente frutto delle ricerche dell’autrice, appassionata di storia .

Il libro regala, però, anche una splendida metafora, spinge a riflettere sul rapporto da instaurare con chi si trova in una posizione di debolezza o inferiorità, e consegna al lettore un messaggio di rispetto profondo per la vita, in qualsiasi forma si manifesti.

Ambientato nella Londra del 1800.

La trama è molto avvincente, ricca di descrizioni di luoghi e persone che fanno sì che il lettore si trovi a vivere uno spaccato della Londra del 1800, quella delle rive del Tamigi, crocevia di umili, orfani, di emarginati, di chi è costretto a fare appello a tutte le proprie risorse per non soccombere alla legge del più forte, ma senza prepotenza, cercando di mantenere sempre distinto ciò che è giusto da ciò che non lo è, nonostante le proprie difficoltà.

E’ proprio questo profondo senso di giustizia radicato in Clay, frutto anche dell’educazione del Vecchio Sal, un altro personaggio chiave della storia,  che non gli permetterà di assistere indifferente di fronte al compimento di una grande ingiustizia, costi quel che costi.

A chi lo consiglio.

E’ un libro senza immagini, dalle pagine intense, ma dallo stile scorrevole, mai difficile o pesante. Lo consiglio a lettori giovani, a partire da 10 anni,  che vogliano mettersi in gioco, sperimentare e  leggere un romanzo vero, che catturi l’attenzione con una trama interessante, che susciti emozioni forti ed autentiche, ma che non si aspettino edulcorazioni fiabesche della realtà.

Leggi i miei suggerimenti di lettura per bambini e ragazzi.

Premio Strega Ragazzi e Ragazze 2020: i vincitori.

Premio Strega

Related Posts

Leave A Reply