Piena fioritura: la poesia di Hermann Hesse.

Piena Fioritura

Piena fioritura, è la poesia di Hermann Hesse tratta dal libro Canto degli Alberi.

La poesia è un invito a cogliere tutto il bello di ciò che siamo e a lasciarci andare, fluidi e vitali, al corso dei nostri desideri più veri.

Qui, i suoi meravigliosi versi, che vi propongo per celebrare l’ingresso della stagione primaverile.

Si erge carico di fiori il pesco,
non tutti diventeranno frutto.
Risplendono chiari come spuma rosata
attraverso l’azzurro e la fuga di nuvole.
Simili a fiori si schiudono i pensieri,
centinaia ogni giorno,
lasciali fiorire! Lascia a ogni cosa il suo corso!
Non chiedere qual è il guadagno!
Vi deve pur essere gioco e innocenza
e dovizia di fiori,
altrimenti per noi sarebbe
troppo piccolo il mondo
e la vita non un piacere.

Piena fioritura, Hermann Hesse, da Canto degli alberi.

Piena fioritura: il libro da cui è tratta.

Canto degli Alberi è il libro da cui è tratta questa poesia dal titolo Piena fioritura.

Si tratta di un libro di poesie, prose e racconti, di Hermann Hesse, che hanno come tema unificante gli alberi, emblema della vita naturale.

Il canto degli alberi
Edizione Tascabili Guanda, prezzo di copertina euro 11,00; brossura, 92 pagine

I protagonisti di questo libro sono alberi di faggio, castagni, peschi, betulle, tigli, querce e molti altri, ritratti dall’autore nel pieno splendore della loro fioritura, oppure con i rami nodosi offerti alle brinate notturne, illuminati dal sole o al chiarore della luna.

Essi accompagnano lo scrittore, silenziosi e saggi, nel corso della sua vita, segnando momenti precisi, e suscitando riflessioni e ricordi.

Simbolo della continuità del ciclo vitale e di una necessaria sottomissione alle leggi della natura, gli alberi parlano a Hesse trovando in lui un interprete appassionato del loro stato vitale.

L’autore.

Hermann Hesse, nacque il 2 luglio del 1877 a Calw, un paese della Svevia, regione della Germania. La sua produzione, in versi e in prosa, è vastissima e conta quindici raccolte di poesie e trentadue tra romanzi e raccolte di racconti.

Negli anni ’60, grazie alla sua critica al consumismo e al capitalismo americano, proprio negli Stati Uniti, Hesse divenne un autore di grido.

Dopo la sua morte, infatti, le sue opere circolarono moltissimo tra i giovani pacifisti e hippie, che rifiutavano la guerra del Vietnam e la materialità della società occidentale, ma anche il comunismo sovietico.

 Assieme a Thomas Mann e Stefan Zweig, Hesse è lo scrittore di lingua tedesca del XX secolo più letto nel mondo, tradotto in più di 60 lingue e con circa 150 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Nel 1946 vinse il Premio Nobel per la letteratura. Oppositore del regime nazista, Hesse si ritrovò nelle liste di proscrizione. Morì il 9 agosto del 1962 in Svizzera.

Se ami la poesia, sbircia in questa pagina!

Ti piacerebbe acquistare il libro? Procedi all’acquisto da casa tua e sostieni la tua libreria di fiducia.

Articoli Correlati