San Valentino, le origini della festa degli innamorati.

Il 14 febbraio si celebra il patrono degli innamorati. Quanto ne sappiamo delle origini di questa festività?

San Valentino nacque a Terni intorno al 175 d.C e diviene il primo vescovo della città nel 197 d.C.

La celebrazione del santo venne istituita nel 496 d.C. per iniziativa di Papa Gelasio I, che scelse la data del 14 Febbraio perché coincideva  con l’antica festa pagana della fertilità dei lupercalia, molto diffusa nel periodo romano.

La storia e la leggenda.

Secondo  la tradizione, San Valentino è l’autore di numerosi miracoli, ma si sarebbe guadagnato l’appellativo di Santo protettore degli innamorati o santo dell’amore” in occasione della celebrazione del matrimonio fra il legionario romano Sabino ed la giovane cristiana Serapia.

Romeo e Giulietta, dipinto di F. Dicksee -1884

San Valentino, infatti, fu mandato a morte proprio il 14 febbraio 273 d.C. per ordine del prefetto romano Placido Furio, durante le persecuzioni ordinate dall’imperatore Aurelio. La sua colpa sarebbe stata quella di aver sostituito, con un sacramento religioso e cristiano, l’antico rito pagano della festa della fertilità, ovvero i Lupercalia, in onore della divinità di Lupercus.

San Valentino nel mondo.

La sua vita, dedita all’apostolato e nobilitata dal martirio, indusse nel 1644 i cittadini a proclamarlo Patrono di Terni.

La notorietà internazionale di San Valentino, tuttavia, si deve alla leggenda, nata nei paesi anglosassoni, secondo la quale egli fosse solito donare ai giovani suoi visitatori un fiore del suo giardino.

San Valentino, le origini della festa degli innamorati

Secondo questa leggenda, infatti, tra due di questi giovani sarebbe nato un amore così grande e felice che molte altre coppie vollero seguire lo stesso esempio e recarsi da Valentino per ricevere un fiore dal suo giardino.

Il Santo, così, volle dedicare un giorno dell’anno ad una benedizione nuziale generale.

San Valentino oggi.

Ancora oggi, infatti, a Terni, si celebra ogni anno la Festa della Promessa, cui partecipano giovani ragazzi in procinto di sposarsi e coppie affiatate con anni di matrimonio alle spalle provenienti da ogni parte d’Italia per ricevere la benedizione.

I fidanzati giungono a Terni per scambiarsi un voto d’amore nella Basilica di San Valentino, dove sono conservate le spoglie del santo, per cementare la promessa del matrimonio prossimo.

Le coppie sposate che hanno raggiunto il venticinquesimo o cinquantesimo anno di matrimonio, partecipano anch’essi festeggiando il traguardo e rinnovando l’impegno del loro legame.

Attorno alla Basilica di San Valentino  si concentrano ogni 14 febbraio i festeggiamenti per il giorno di San Valentino, con il tradizionale mercato, le manifestazioni ed i premi.

Basilica di San Valentino, Terni
Basilica di San Valentino, Terni

La Festa di San Valentino

Ogni anno durante il mese di febbraio Terni rende omaggio a San Valentino, patrono della città, con una cornice di appuntamenti culturali, riflessivi, di festa e anche liturgici come abbiamo visto, volti a tenere insieme la dimensione religiosa delle celebrazioni del Santo e quella civile delle iniziative ispirate alla forza evocativa dello stesso.

immagini e fonti dal web. L’immagine di copertina ritrae Verona, portone d’ingresso della casa di Giulietta Capuleti. Foto di M. de Stefano

Related Posts

Leave A Reply