Scrivere recensioni di libri per il web: come orientarsi.

scrivere per il web

Scrivere recensioni di libri per il web è molto diverso dallo scriverle per la carta stampata. Qualche suggerimento per farlo al meglio.

Qualche tempo fa, ho pubblicato un articolo su come scrivere una buona recensione di libri.

Oggi, invece, vorrei affrontare il tema di come scrivere una buona recensione di libri per il web, per capire come orientarci nella scrittura on line per comunicare il valore di un testo, e quali sono le differenze rispetto a quando scriviamo per la carta stampata.

Scrivere recensioni di libri per il web: non è come scrivere per la carta stampata.

Partiamo da questa prima e fondamentale considerazione, frutto di una semplice riflessione: il lettore on line è molto diverso, da quello che legge carta stampata.

In realtà, come molto spesso accade ( e questo è proprio il mio caso), può trattarsi della stessa persona.

Questa, però, assume un atteggiamento di ricerca molto differente, a seconda che legga contenuti, disponibili on line sui più svariati dispositivi, oppure legga un articolo di un giornale acquistato in edicola.

L’utente persona e il tono di voce.

In altri casi, invece, “l’utente persona”, come si dice nel gergo di chi fa blogging, cambia: in base all’età, al sesso, agli interessi. L’on line attira molto una fascia generazionale sempre più giovane, la carta stampata è amata soprattutto da lettori un po’ più avanti nell’età, anche se con le dovute eccezioni per entrambi i casi.

Se scrivete per il web, però, dovrete sempre avere ben chiaro il tipo di lettore al quale vi state rivolgendo, anche per definire il cosiddetto “tono di voce” del vostro articolo, cioè lo stile del vostro registro di scrittura.

Questo deve essere ben calibrato, rispetto al lettore che immaginate possa leggervi, e al contesto redazionale in cui è inserita la recensione del vostro libro.

Ho scritto recensioni per il web e per riviste cartacee. Il punto di vista di chi scrive, nell’uno o nell’altro caso, è completamente differente.

Nel primo caso, quando scrivo la recensione di un libro che intendo consigliare, è come se mi ponessi la domanda “chi mi legge cosa sta cercando?”, oppure “perché dovrebbe leggere questo libro che gli suggerisco?” .

Se legge sul web, il lettore cerca soprattutto contenuti utili.

Ciò, ovviamente, non vuol dire che, chi legge su carta stampata, non voglia reperire informazioni interessanti, capaci di ampliare le proprie conoscenze in merito ad un argomento.

Piuttosto, equivale ad essere ben consapevoli che l’utente, che naviga sul web, sta cercando un’ informazione più rapida, a cui accedere facilmente e che lo porti, nel modo più immediato possibile, ad avere una soluzione, un suggerimento utile in merito a quello che sta cercando.

Ad esempio, in fatto di libri, il lettore on line potrebbe cercare su internet quale libro scegliere per approfondire un argomento specifico; o ancora, perché preferire un determinato genere letterario anziché un altro; oppure, perché non può proprio perdersi l’ultimo libro di quell’autore di cui avete scritto la recensione.

Tradotto in termini di scrittura, il lettore on line cerca informazioni chiare, precise, di qualità, ma, più di tutto, che siano esposte sinteticamente.

Questo perché, probabilmente, si affida alla carta stampata per ricevere un’ informazione, anche in fatto di libri, molto più approfondita, che descriva il valore del testo mettendo in luce una complessità di argomenti che, in un articolo on line, non potrebbero trovare spazio, innanzitutto, per ragioni tecniche legate al funzionamento del web.

La sintesi: una qualità che non può mancare in nessun contenuto da leggersi on line.

Se volete, perciò, scrivere recensioni di libri per il web, dovrete tener presente che, essere contenuti nell’esposizione del testo è la prima, basilare, regola da rispettare, se il vostro obiettivo è scrivere un articolo interessante e leggibile, sino all’ultima battuta!

Al contrario, un testo troppo lungo, avrà l’effetto di stancare chi vi sta leggendo, che abbandonerà in pochi secondi l’articolo se, entro le prime righe, non capirà “dove intendete parare”.

La lettura da schermo, infatti, risulta molto più stancante alla vista di quanto lo sia una lettura da supporto cartaceo.

Quali errori non commettere nello scrivere recensioni per il web.

In merito al contenuto, che una buona recensione di un libro ritengo debba avere, rimando al mio articolo che vi ho segnalato prima.

Qui vorrei darvi qualche suggerimento un po’ più tecnico, utile a non incorrere negli errori più frequenti per chi inizia a scrivere per la diffusione on line, ed è alle prime esperienze.

Il corpo del testo: attenzione al “muro di parole”.

Un articolo scritto con un testo fitto, come fosse quello di un documento in word, o la pagina cartacea di un libro, crea quello che in gergo tecnico dei web writing si definisce”muro di parole”.

Scrivere, così, un articolo è creare un corpo del testo molto sgradevole alla lettura, che non dà respiro alla vista ed è tra le cause principali di abbandono istantaneo dell’articolo che, anche se ottimo nel suo contenuto, non verrà mai letto perché illeggibile.

Vi consiglio, perciò, di “spezzare” sempre il testo della vostra recensione in paragrafi, ognuno dei quali abbia un titolo chiaro e sinteticamente introduttivo a ciò di cui scrivete. Come ho fatto io in questo articolo, per intenderci.

Recensire il libro senza diffonderne il contenuto.

Se il libro è illustrato e pensate di fare qualche foto a corredo della recensione, fate attenzione a che la vostra narrazione non diventi diffusione non autorizzata del contenuto di un’opera, che potrebbe farvi avere dei problemi di natura legale con l’autore e la casa editrice. Siate, perciò, molto parsimoniosi con le foto del contenuto del libro.

Non sottovalutare l’utilità di dettagli come numero delle pagine e costo del libro.

Non so per voi, ma quando voglio reperire informazioni da internet su un libro che ho in mente di leggere, per me sono un dettaglio importante anche il numero delle pagine ed il suo costo. Perché mi fanno capire se il libro di cui sto leggendo sarà impegnativo, dal punto di vista del tempo necessario a leggerlo, e delle risorse economiche che intendo investirci.

Perciò vi consiglio sempre di aggiungere questi elementi, se scrivete recensioni di libri sul web, perché, diversamente, il vostro potenziale lettore potrebbe ricercarli su altri articoli differenti dal vostro.

Questi sono sono alcuni spunti per iniziare ad approcciarsi al web writing, ma che ritengo possano risultare utili, se volete scrivere recensioni di libri per il web.

Leggi le mie recensioni

Se ti interessa approfondire l’argomento sulla leggibilità di un articolo sul web ti segnalo questo articolo Lezione avanzata di leggibilità di R. Esposito

Buona scrittura!

scrivere recensioni di libri per il web

Articoli Correlati