Sulla Strada, di Jack Keruac.

Sulla Strada di Jack Keruak

Recensione di Sulla Strada, di Jack Keruac a cura di Astrid Scaffo.

Sulla Strada viaggio on the road

La trama.

Sulla Strada, di Jack Keruak è romanzo autobiografico, in cui l’autore si cela dietro il personaggio di Sal e scrive in prima persona.

Ambientato nell’America dei primi anni Cinquanta, Sulla Strada, di Jack Keruac narra la giovinezza dell’autore tra viaggi on the road, in autostop o con macchine prese a nolo, da costa a costa statunitense, da solo, ma anche in compagnia di altri vagabandi e/o dell’amico-mentore, Dean.

Così si snoda il racconto, fino al viaggio in Messico, che dovrebbe segnare una svolta, un cambio di vita o, meglio, la scoperta del suo senso.

” …e tutte le cose sono collegate tra di loro come pioggia che unisce il mondo a catena…”

Sulla Strada – Jack Keruak

Qualche curiosità.

Con il romanzo Sulla Strada, Jack Keruac intendeva scrivere una sua gigantesca e complessiva autobiografia, della quale il libro sarebbe solo una parte.

Il libro, che pare fu scritto in tre settimane su un rotolo di carta da telescrivente, lungo quaranta metri, fu male accolto dalla critica benpensante dell’epoca, perché ritenuto rozzo e volgare.

Solo più tardi divenne il caposaldo della cosiddetta Beat generation e, così, successivamente rivalutato.

Il romanzo, nella sua prima edizione italiana, ebbe la prefazione-saggio di Fernanda Pivano (Mondadori, 1958), traduttrice di Masters e Scott Fitzgerald nonché amica intima di De André, che seppe molto ben interpretare il libro.

Perché leggere Sulla strada di Jack Keruac.

Consiglio la lettura di questo saggio perché traccia, tra l’altro, un quadro complessivo del suo tempo e del clima generale storico-culturale nel quale il romanzo fu composto.

” Ed eccoci lì tutti e tre, Dean in cerca di suo padre, io che non lo avevo più, e Stan che scappava dal suo saltando una generazione, stavamo andando via insieme nella notte. Stan diede un bacio alla madre tra la folla frettolosa della 17°, poi lei salì su un taxi e ci salutò agitando la mano. Addio, addio“.

Sulla Strada – Jack Keruac

Libro simbolo della ribellione giovanile, tuttavia, chi pensa di trovarvi solo questo, oltre alla descrizione di viaggi e paesaggi mozzafiato, si sbaglia.

Jack Keruak
Jack Keruac

Il romanzo ha, nel suo sottofondo, temi ben più profondi e interessanti: la ricerca della figura paterna o di punti di riferimento, del senso di sé e della propria esistenza.

Quali lettori lo apprezzeranno di più.

Lo apprezzeranno molto coloro che sono in questa fase della propria esistenza e coloro che amano il viaggio nel senso più ampio.

Se la critica americana benpensante di allora lo bollò, oggi certamente le scene descritte e gli eccessi raccontati non inducono alcuno scalpore, ma si deve comunque riuscire ad andare oltre alla mera narrazione dei fatti.

A tal proposito, faccio mie le parole della traduttrice Fernanda Pivano che, nel raccontare Sulla Strada, di Jack Keruac, scrisse:

“nati da una delusione sociale, questi giovani respingono la massa e la società per affidarsi a se stessi e per trovare in se stessi una traccia di valori trascendenti che possano guidarli nel viaggio sempre più breve, futile, tempestoso della vita”.

Un libro per conoscere la Beat generation.

Romanzo, comunque, interessante per coloro che vogliono conoscere la corrente, anche letteraria, cosiddetta della Beat generation, che vide tra i suoi esponenti, oltre a Kerouac, numerosi poeti, tra i quali Allen Ginsberg.

Se avete voglia di leggere ancora sul tema dei vagabondi americani e la vita in strada, vi suggerisco, con un’appendice interessante, pur datata:

Box-car Bertha. Autobiografia di una vagabonda americana, di Bertha Thompson

Recensione di Astrid Scaffo.

Astrid Scaffo

ASTRID SCAFFO, avvocato classe 1979, vive e lavora a Polesella (Rovigo), lettrice appassionata, cerca libri ovunque (biblioteche, mercatini, librerie…). Scrive dall’età di sei anni poesie e racconti. Ha partecipato a concorsi letterari. Una sua poesia è stata inserita nella raccolta “Parlami d’amore” a cura di  Sara Pira, ediz. Ex libris 2012. La poesia Eventuali uomini stanchi si è classificata al 4° posto del Concorso letterario “L’incontro di ieri e di oggi” Divina Follia Edizioni VI edizione 2019 sez. A

Leggi le altre recensioni del blog

Related Posts

Leave A Reply

Little Free Library - Marianna De Stefano

  • +39 398 345719
  • info@littlefreelibrary.it
  • via Aliperti n. 70 - 80039 Saviano (Na)
This error message is only visible to WordPress admins

Error: API requests are being delayed. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.

Error: API requests are being delayed for this account. New posts will not be retrieved.

There may be an issue with the Instagram access token that you are using. Your server might also be unable to connect to Instagram at this time.